Scrivanie da incubo

October 30, 2018

Ottobre è un mese di rivoluzioni nella vita d’ufficio, che con l’avvento dell’autunno e l’ingrigirsi delle giornate entra nel vivo dell’azione esigendo dai suoi membri maggiore impegno, produttività e concentrazione.  A fare da spartiacque tra la fine della spensieratezza estiva e l’inizio della full immersion invernale c’è Halloween, festività annunciata da ogni sorta di mostruosità che più o meno allegramente si insinua nel nostro work-place con addobbi a tema divertenti quanto spaventosi.

Tuttavia, seppur liberi di calpestare la terra per un solo giorno, gli incubi ed il caos celebrati ad Halloween rischiano di invadere la nostra vita d’ufficio per molto più tempo, minando la nostra attenzione ai dettagli e la nostra produttività. L’arma a nostra disposizione contro il buio dei mesi invernali e i malefici che minano al regolare svolgimento della attività d’ufficio è una sola: l’ordine.


 

 



La tua scrivania è il centro nevralgico di ogni attività.  Rispettare il tuo spazio è la prima delle regole d’oro per lavorare in salute, ed una corretta gestione e manutenzione della postazione di lavoro è in grado  di contrastare efficacemente il caos che il disordine accumulato può generare nelle nostre menti, aiutandoci a ripristinare l’equilibrio cognitivo  necessario a mantenersi produttivi ed attenti.

Quante volte ad inizio giornata ci sentiamo sopraffatti dagli impegni in agenda? Attività da portare a termine, opzioni da vagliare, progetti  e persone da contattare: ogni buon proposito rischia di svanire nel momento esatto in cui lo sguardo si poggia sulla nostra scrivanie sommerse da cancelleria varia e documenti,  e perché no, foto e ricordi che ci aiutano a tenere gli affetti vicini anche durante l’orario di lavoro. Una scrivania “ingombrante” è il primo fattore di allerta per la produttività lavorativa, e per quanto utensili e ricordi siano necessari alla propria funzionalità, l’eccesso di stimoli rischia di trasformarsi in una fonte inesauribile di distrazioni per il nostro cervello compromettendone il focus.  

Nel caso il rischio di non combinare nulla sul lavoro non vi preoccupi, è necessario tenere a mente che il disordine delle nostre scrivanie può tradursi anche in un’altra spiacevoli conseguenza:  lo stress.
Inutile sottolineare il pericolo che lo stress rappresenta per le nostre vite private e per le attività lavorative, ed altrettanto superfluo è evidenziare come essere gli artefici dei propri mali sia una tendenza sciocca e da invertire immediatamente.

 Fortunatamente, se il disordine e le nostre scrivanie da incubo è l’origine delle nostre fatiche mentali, la riorganizzazione degli spazi ne è la cura più efficace: è dimostrato infatti che prendersi del tempo per gestire e rendere ordinato il nostro spazio vitale ha effetti immediati anche sulla salute del nostro cervello e sulle sue capacità di concentrazione, una sorta di riflesso tra ciò che vediamo e ciò che pensiamo.
L’atto stesso di organizzare i nostri spazi riduce lo stress e questo, a sua volta, ha il potere di renderci più produttivi aiutandoci a organizzare i nostri pensieri e schedulare appropriatamente la giornata e  i propri impegni.

 

L’operazione di decluttering (dall’inglese “sgombrare”) può sembrare un gioco da ragazzi, ma mettere in ordine non significa solo eliminare gli oggetti dal proprio work-station: perché l’ordine riassesti gli equilibri mentali e ci permetta di esprimere al meglio la nostra operatività, c’è bisogno che la nostra scrivania sia funzionale e in grado di rispondere prontamente alle nostre esigenze: ecco qualche utile consiglio:

- Contenitori
Di ogni forma e colore,  i contenitori sono una soluzione pratica ed immediata per eliminare dal nostro piano di lavoro oggetti essenziali come graffette, cancelleria varia, e ogni piccolo oggetto dal largo e frequente utilizzo con tendenze espansionistiche, preservandolo inoltre da sporco e usura.

 

-Portariviste
Per quanto ne dica il nome, la praticità di un portariviste a “soffietto” o a “castello” può essere tranquillamente estesa a documenti cartacei e a pratiche sospese o archiviate, una soluzione intelligente e pratica per consultare qualsiasi documento in velocità senza compromettere la funzionalità della nostra scrivania ed il suo spazio vitale.

- Cassette per la corrispondenza
 I sistemi cosiddetti “a nido d’ape” , come i raccoglitori per lettere o qualunque tipo di cassettiera da scrivania, sono funzionali alla manutenzione della nostra postazione grazie alla possibilità di conservare e all’occorrenza raggiungere facilmente qualunque cavo per tablet, caricatore, mazzo di chiavi etc, altrimenti gettato in un angolo, o all’occorrenza fungere da originale portapenne o matite. Non c’è limite alla fantasia!


L’idea che l'ordine generi successo regna sovrana, comprovata da diversi studi neurologici ed empiriche dimostrazioni.  Non serve infatti che la scienza fornisca ulteriori prove  su questo fronte: chiunque di noi può sperimentare direttamente sulla propria scrivania gli enormi benefici dell’ordine spaziale, tanto nella vita d’ufficio quanto nel privato.  E’ importante però ricordare che nessun eccesso è positivo, e la dovuta attenzione all’ordine della propria postazione di lavoro non deve trasformarsi in un compito maniacale ed ossessivo, un bagaglio mentale potenzialmente in grado di causare se possibile ancora più danni alla salute delle facoltà mentali. Confini invalicabili e meccanicismi sono infatti nemici della creatività e dell’innovazione, qualità rare, ma alla base anch’esse del successo aziendale.

Insomma, l’equilibrio è l’unico insostituibile alleato in grado di alleggerire le nostre vite , che gli incubi si manifestino sulla scrivania o affollino la mente.

 

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Donna, Mamma, Smart Worker

April 17, 2018

1/10
Please reload

Post recenti

October 30, 2018

April 30, 2018

Please reload

Archivio