Paghe in Outsourcing: un pensiero in meno, un vantaggio concreto

September 11, 2018

Nonostante l’ampio spazio già concesso all’argomento in passato, tornare a discutere del payroll e delle sue tante declinazioni rimane una necessità primaria. Visto il sempre maggior numero di aziende che hanno scelto di rivoluzionare il processo di elaborazione paghe e le innovazioni tecnologiche che hanno investito nel settore della gestione HR, è il caso di chiedersi come sta cambiando il panorama dell’ Outsourcing e quali sono i vantaggi che ne possono ricavare le aziende.

Il Payroll o l’elaborazione paghe è un compito cruciale per ogni azienda, essendo la ricompensa economica la rappresentazione dello scambio principale alla base del rapporto di lavoro e quest’ultimo il maggior costo per l’azienda . Se svolta con criterio, l’attività di payroll ed il suo monitoraggio consente di ottenere tantissime informazioni utili al business, ottimizzandone le scelte future.

Ma quante realtà lavorative sono davvero in grado di valorizzare il processo di payroll ?

 

 

Nonostante il ruolo fondamentale di questo processo, molti gli attribuiscono una scarsa considerazione affidandola a risorse poco competenti e a strumenti tecnologici non performanti, sottovalutando così la complessità dell’intero processo e non percependo i benefici in termini di efficacia e di efficienza che si potrebbero avere impostando il servizio con strategia.

La gestione del payroll richiede infatti competenze specifiche e risorse esperte:

 

- esperienza in ambito amministrativo, economico e giuridico


- conoscenza della normativa del diritto del lavoro e della contrattazione collettiva

- elementi di legislazione fiscale, previdenziale e assistenziale

- conoscenza delle prassi di amministrazione del personale

Inoltre, le risorse dedicate dovrebbero possedere competenze trasversali specifiche:

- cognitive, come problem solving ed innovazione

- raccolta ed elaborazione delle informazioni

- skills gestionali, ovvero orientamento ai risultati, spirito d’iniziativa, capacità di controllo operativo ed organizzazione

- competenze relazionali, capacità di lavorare in team e di comunicare efficacemente

 

- concentrazione, attenzione ai dettagli e flessibilità
 

Appare chiaro dunque che il payroll non può essere trascurato all’interno di un azienda e non può essere ridotto alla mera definizione di elaborazione paghe. Questa lacuna, più o meno evidente, si ricollega al concetto della disgregazione aziendale, conseguenza di una mancata condivisione di obiettivi e motivazioni all’interno dell’organico, una tendenza che se ignorata può condurre a perdite ingenti in termini economici e di tempo.
 

 

Qual è allora la soluzione per trasformare una debolezza in un vantaggio?
 

E’ qui che entra in gioco l’Outsourcing, fondamenta imprescindibile di un efficace HR Project.                         
                                         

Con Outsourcing si intende l’esternalizzazione del processo di elaborazione paghe, non più affidata dunque a risorse interne con molteplice mansioni e sovente una inadeguata preparazione, ma ora delegata ad una organizzazione esterna, specializzata nell’analisi e nella gestione degli stipendi capace di valorizzare ogni aspetto trascurato in passato o comunque dal potenziale inespresso. Nello specifico, HR Project vanta un team di esperti e professionisti in materia capace di comprendere le necessità aziendali e dialogare con i più moderni software dedicati all’elaborazione paghe, votato alla massima efficienza ed ottimizzazione dell’intero processo.                     

Scegliere l’Outsourcing per la propria azienda significa intervenire su una serie di punti cruciali:

 

- riduzione e flessibilità dei costi
 

- accesso a professionalità e competenze
 

- riduzione della complessità gestionale grazie a una maggiore efficienza del processo
 

- riduzione del time consuming
 

- maggiore visibilità e controllo dei costi
 

- aumento della capacità di innovazione                                                                     


Scegliere l’outsourcing non significa solamente ottenere il massimo dai processi di elaborazione degli stipendi con garanzia di qualità, puntualità e precisione: la forza dell’outsourcing è manifesta anche indirettamente, dato che eliminare dalla propria agenda tempo e risorse in passato dedicate all’elaborazione stipendi significa alleggerire notevolmente le pressioni interne, evitare gli sprechi e aumentare la produttività, delegando alle giuste risorse le giuste mansioni semplificando le attività e concentrarle su attività strategiche, un obiettivo vivo e concreto di HR Project.

 

 

Share on Facebook
Share on Twitter
Please reload

Post in evidenza

Donna, Mamma, Smart Worker

April 17, 2018

1/10
Please reload

Post recenti

October 30, 2018

April 30, 2018

Please reload

Archivio